Magna e beve

Blog di cucina? Puah! Cercate in giro: ne trovate a bizzeffe. A ciascuno il suo mestiere: non vestirò finti panni da Chef. Mi manca la professionalità.

Qui trovate alcuni suggerimenti, tenete presente che di solito cucino come la nonna: ad occhio e sorseggiando un bicerin.

Diciamolo: questi sono più snapshot di sensazioni gustativo-olfattivo-tattili che ricette complete; indicazioni più che tutorial. 

 

 

Nella mia vita di uomo del Nordest ho approcciato i primi spritz quando non avevo nemmeno l'età per il motorino.

Mi sono riconosciuto ben presto nel partito del "Rosso Campari", accettando di buon grado anche l'"Arancio Aperol".

Nella seconda metà degli anni '80, con caparbietà  cercavo di insegnare l'arte della spruzzatura tra Olona e Lambro, e poi successivamente le incursioni in ogni dove per diffondere il Sacro Spirito. Potete comprendere l'orgoglio del mio fegato nel vedere oggi la globalizzazione della Sacra bevanda.

Vengo da una regione con una tradizione culinaria eccellente ... sino a quando il termometro non supera i 30° celsius (0 90° Fahrenheit se preferite).

Non che il resto d'Italia eccella in piatti freddi, è una carenza nazionale. Se siete stanchi di insalate di riso, pasta fredda, insalatoni, rubiamo un poco di idee dai nuovi italiani e/o dai nostri compagni di viaggio europei.

Il melting pot che sta diventando l'Italia consente di variare l'alimentazione con cibi più performanti con i climi caldi di quelli insegnati dalla nonna padana.