CCCP Conservatorismo Corporativismo Consociativismo & Pubblicità

Altro che l'Italia nuova, l'Italia nuova che non c'è. L'andazzo del paese post COVID assomiglia molto all'arrancare del molosso sovietico a metà degli anni '80. Oramai superato dalla storia e dalla logica, continua ad essere Fedele alla linea (che non c'è) che si è dimostrata perdente negli ultimi 20 anni. Il tocco nuovo è il populismo dilagante, morbo diffuso da 5 Stelle e Salvini, ma che oramai ha corrotto definitivamente gli altri partiti dell'arco parlamentare.

Big Fart, la grande scoreggia, sono stati gli "Stati generali" che hanno occupato il Governo attorno a metà giugno, e i cui frutti ancora non sono noti. Per fare la solita sceneggiata non hanno partecipato i destri, ma nulla cambia. L'evento ha avuto i contorni della parata di un Ancien Régime che è sempre più anacronistico nel panorama mondiale, e che costituisce una palla al piede per l'Italia che produce. La pubblicizzazione dell'evento è il tocco di involontario sarcasmo finale. Risultati? L'Italia è l'unico paese che non ha un piano di riforme formalizzato e pubblicato sul sito della Commissione UE.

 

Una priorità: riforme per rilanciare il paese e l'Europa. Assente il grande malato.

Tutti i paesi Europei, su stimolo della Commissione, hanno presentato un piano di riforme per permettere all'economia di ripartire e di sostenere l'european way of life.

Unica assente ad oggi, domenica 28 giugno 2020, l'Italia, malgrado ben 10 giorni dedicati agli "Stati generali".

L'approccio del governo Conte sembra una distribuzione di risorse senza una chiara direzione di marcia. Inutili. Serve il coraggio di una rivoluzione, e serve soprattutto togliersi dalle balle retaggi medievali come sindacati, organizzazioni imprenditoriali e ordini professionali. Notiamo invece addirittura un proliferare di questi soggetti.

Se vanno trovate risorse importanti per alcuni settori (la formazione in primis) non è più possibile mantenere imprese in perdita sistemica che offrono servizi oramai standardizzati.

Quotazione. CM Cipolla - Storia facile dell'economia italiana dal Medioevo a oggi - Mondadori - 1995 pp 71-72

"Una delle ragioni del crollo delle esportazioni fu che taluni dei paesi tradizionalmente importatori di prodotti italiani entrarono in crisi per ragioni varie e conseguentemente il loro potere d'acquisto diminuì. Vaste province della Germania furono devastate dalla guerra dei Trent' anni (1618-1648). La Spagna entrò in una tragica fase di declino economico. Il mercato turco entrò in una fase di involuzione e dissesto. Tutto ciò non era colpa degli italiani. Ma il crollo delle esportazioni dipendeva largamente anche da altri fattori di cui gli italiani portavano piena responsabilità.

La ragione prima consisteva nel fatto che le merci e i servizi italiani non erano più competitivi sul mercato internazionale per quanto riguardava i loro prezzi. In altre parole le merci e i servizi si vendevano a prezzi troppo elevati. Perché?

Anzitutto gli italiani continuarono a produrre merci di ottima qualità ma costosi e superati dalla moda. Olandesi e inglesi che si era o resi conto dell'emergere di ceti nuovi avevano invaso il mercato con prodotti di massa: pannilana più leggeri, dai colori sgargianti, sopra tutto che costavano molto meno dei prodotti tradizionali destinati soprattutto ai ceti elevati. Il potere e il conservatorismo caratteristici delle corporazioni in Italia bloccarono i necessari mutamenti tecnologici e di qualità che avrebbero potuto permettere alle aziende italiane di competere con la concorrenza straniera.

Secondariamente in Italia i salari erano più elevati che all’ estero e non erano compensati da una maggiore produttività del lavoro. Last but not least il carico fiscale sopportato dalle aziende italiane pare sia stato molto più elevato del corrispondente carico che grava sulle aziende straniere."

Agenda dei lavori - la sfilata delle corporazioni e dei notabili

Riassumendo le info sul sito del Governo (io non c'ero) questa l'agenda dei lavori. La tabella fa ridere già così: sindacati, corporazioni, enti locali. Ci sono tutti i rappresentanti dei lacci e lacciuoli che ostacolano ogni ammodernamento del paese.

Data

Ospite/i

Task

13/06/2020 il Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli;
la Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen;
il Commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni;
la Presidente della Banca Centrale Europea, Christine Lagarde;
il Presidente del Consiglio Europeo, Charles Michel
 Saluto delle autorità politiche
13/06/2020 Governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, del Segretario Generale dell’OCSE, Ángel Gurría, e della Direttrice Operativa del Fondo Monetario Internazionale, Kristalina Georgieva. Saluto delle autorità economiche
13/06/2020 Panel “Policy in the Post-Covid world: challenges and opportunities Bigino per ripetenti (sembra vi fosse Blanchard)
14/06/2020 Pranzo in famiglia, messa, tintarella a Fregene ecc..  
15/06/2020

Colao e colleghi

CGIL - Confederazione Generale Italiana del Lavoro

CISL - Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori

UIL - Unione Italiana del Lavoro

UGL - Unione Generale del Lavoro

USB - Unione Sindacale di Base

CUB - Confederazione Unitaria di Base

CISAL - Confederazione Italiana Sindacati Autonomi Lavoratori

CONFSAL - Confederazione Generale Sindacati Autonomi dei Lavoratori

COBAS - Confederazione dei Comitati di Base

UNICOBAS - Confederazione Intercategoriale di base

CIDA - Confederazione Italiana Dirigenti ed Alte Professionalità 

CSE - Confederazione Indipendente Sindacati Europei

CONFINTESA - Confederazione INTESA per l’Autonomia Sindacale

FNSI - Federazione Nazionale Stampa Italiana

Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani

UPI - Unione delle Province d'Italia

Contentino agli esperti (1 ora lorda) poi ... 
Inciucio #1 (Sindacati (3 h la triplice, 4 h il resto del mondo) e #2(Enti locali)
16/06/2020

Confcommercio

Confesercenti

Confartigianato

CNA – Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa

Casartigiani

Unione Artigiani Italiani

Unioncamere

Federdistribuzione

Federterziario

CNCC – Consiglio dei Centri Commerciali

Assoeventi

Alleanza Cooperative Italiane

UeCoop – Unione Europea delle Cooperative

ABI

ANIA – Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici

Assogestioni

Federcasse

 Altri inciuci: lato produzione
17/06/2020

Confindustria

ANCE

ANFIA

Confapi

Confedilizia

Confetra

Confimi

Confimpreseitalia

Conflavoro PMI

Confservizi

FINCO – Opere Specialistiche per le Costruzioni e la Manutenzione

UCID – Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti

Unimpresa

 Idem
 18/06/2020

Coldiretti

Confagricoltura

CIA – Confederazione Italiana Agricoltori

Copagri - Confederazione produttori agricoli

Alleanza delle Cooperative - Settore Agroalimentare

Filiera Italia

Federalimentare

Federdistribuzione - Food

Federdoc - Confederazione nazionale dei Consorzi volontari per la tutela delle denominazioni dei vini italiani

Coop

Conad – Consorzio Nazionale dettaglianti

Federturismo Confindustria (Associazione italiana Confindustria alberghi, Assobalneari, Federterme, ASTOI Tour operator)

Confturismo Confcommercio (Federalberghi, FIAVET Imprese viaggio e turismo, FTO Federazione turismo organizzato, Sindacato italiano balneari, FIPE Federazione Italiana Pubblici Esercizi, AIGRIM Associazione Imprese Grande Ristorazione Multilocalizzate)

Assoturismo - Confesercenti (Assohotel, FIBA Balneari, Federagit Guide turistiche)

CNA Turismo

Confimprese Turismo Italia – Federbalneari

ANICA - Associazione nazionale industrie cinematografiche audiovisive e multimediali 

AGIS - Associazione generale italiana dello spettacolo

APA - Associazione Produttori Audiovisivi

AIE - Associazione italiana editori

FIEG - Federazione Italiana Editori Giornali

Federculture

Impresa Pesca - Coldiretti

Federpesca – Federaziona Nazionale delle Imprese di Pesca

Alleanza delle Cooperative - Settore Pesca

API - Associazione Piscicoltori Italiani

AMA - Associazione Mediterranea Acquacoltori

Assoittica – Associazione Nazionale delle Aziende Ittiche

Lobbies settoriali
 19/06/2020

Comitato Unitario Permanente degli Ordini e Collegi Professionali

Confprofessioni

Rete Professioni Tecniche

Confederazione AEPI - Associazione Europea Professionisti e Imprese

Confassociazioni

Assoprofessioni

COLAP - Coordinamento Libere Associazioni Professionali

CNA Professioni

Consiglio Nazionale Giovani

 Lobbies professionali
 20/06/2020  

Cassa depositi e prestiti

Terna

Snam

Fincantieri

Leonardo

Enel

Eni

Invitalia

Poste Italiane

Ferrovie dello Stato

Giuseppe Soda, SDA Bocconi School of Management

Massimo Bergami, Bologna Business School

Paolo Boccardelli, LUISS School

ABIE- Advisory Board Investitori Esteri

Incontro con un gruppo di cittadini in rappresentanza di diverse categorie professionali

Assifero – Fondazioni ed Enti della Filantropia Istituzionale

Fondazione Italia Sociale

ACLI – Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani

Alleanza contro la povertà

ASviS – Alleanza Italiana Sviluppo Sostenibile

Sbilanciamoci!

Social Impact Agenda per l’Italia

Next - Nuova economia per tutti

FAI – Fondo Ambiente Italiano    

Fridays For Future

WWF 

LAV –  LEGA Anti Vivisezione

Legambiente

Greepeace

    FAND – Federazione tra le Associazioni Nazionali delle Persone con Disabilità

    FISH – Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap 

Research4Life

 Big business e terzo settore
 21/06/2020  

Catia Bastioli – AD Novamont

Lavinia Biagiotti Cigna - Presidente e CEO di Biagiotti Group

Fabrizio Di Amato – Presidente Maire Tecnimont SPA

Daniele Ferrero – Presidente e AD Venchi

Betta Maggio – AD U- earth Biotechnologies

Vito Pertosa – Fondatore Gruppo Industriale Angel

Andrea Pontremoli – AD Dallara Automobili

Giordano Riello – Riello International Group

Renzo Rosso – Presidente OTB

Alberto Vacchi – Presidente IMA SPA

Chiara Burberi – Presidente e CEO Redooc 

Vincenzo Balzani – Prof. Emerito Università di Bologna

Alessandro Baricco – Scrittore

Stefano Boeri – Architetto

Massimiliano Fuksas – Architetto

Stefano Massini – Scrittore

Franco Maria Ricci – Presidente di Fondazione Italiana Sommelier

Elisa - Cantautrice

Giuseppe Tornatore – Regista

Monica Guerritore - Attrice

Incontro con la Consulta delle Professioni Sanitarie

 I "Notabili"